PREMIO 2021 PER ATTIVITA’ A FAVORE DELLA CULTURA NUMISMATICA

Quando venne fondata, ormai 25 anni orsono, l’Accademia Italiana di Studi Numismatici (AISN) pose come proprio scopo statutario l’incentivazione della cultura numismatica. A tale dettato la nostra associazione ha sempre cercato di prestar fede promuovendo una serie di iniziative che tuttavia, nel tempo, si sono attenuate, per ragioni indipendenti dalla nostra volontà (si pensi alla cessazione degli appuntamenti di Vicenza Numismatica). Desiderosi, anche a dispetto della pandemia, di riprendere e, se possibile, potenziare la nostra attività, ci siamo volti a impegnarci in tre direzioni: scientifica, di incentivazione ai giovani e di riconoscimento morale ad associazioni meritevoli. 

1 – Per prima cosa abbiamo pensato di ridar vita alla serie di pubblicazioni che, annualmente accompagnavano lo svolgimento di Vicenza Numismatica. È nata così la Nuova Collana dell’Accademia che ha già visto l’uscita di tre volumi. Si tratta di opere monografiche scritte con la collaborazione di più autori, in gran parte membri dell’Accademia Italiana di Studi Numismatici, ma anche esterni alla nostra associazione. I volumi sono collegati a giornate di studio da noi organizzate ma includono anche altri contributi, compilati da studiosi in tempi successivi al convegno, ma ovviamente inerenti al tema proposto. Non si può trattare dunque di atti propriamente detti, ma di autentiche raccolte di saggi. Del resto, l’ultimo volume sulla monetazione toscana è stato scritto e pubblicato prima ancora che si potesse svolgere la giornata di studio che si doveva tenere a Lucca presso la sede della “Antica Zecca di Lucca”, rinviata a tempo indeterminato a causa dell’epidemia. 

2 – Dopo una lunga pausa è stata ripresa l’iniziativa dei Premi Traina, ideati per commemorare il nostro primo grande presidente: Mario Traina. Con questo premio intendiamo assegnare un riconoscimento (economico ma soprattutto morale) a tesi di laurea di carattere numismatico nella speranza che esso possa essere di stimolo a giovani studiose o studiosi che si sono impegnati in campo numismatico, sperando che le obiettive difficoltà dell’inserimento nel mondo accademico non li facciano desistere dal coltivare questi loro studi. È stato da poco assegnato il Terzo Premio Traina destinato a tre tesi discusse entro il novembre 2020. Ora viene bandito il Quarto Premio Traina che oltre a ricordare il nostro primo presidente, intende festeggiare il 25° anniversario della fondazione dell’Accademia Italiana di Studi Numismatici (AISN) avvenuta nel novembre 1996 (il testo del bando verrà diffuso anche tramite social e pubblicato nel nostro sito internet).

3 – Abbiamo infine voluto riprendere un’altra iniziativa promossa, parecchi anni fa, dall’Accademia; quella cioè di offrire un riconoscimento simbolico (una targa) a soggetti, in particolare associazioni, che avessero contribuito in modo sostanziale alla diffusione della cultura numismatica. Dopo un intervallo durato molti anni, abbiamo deciso dunque di riprendere tale tradizione; il premio è stato assegnato al giovane ma attivissimo Circolo Numismatico Romano Laziale (CNRL).

Il premio è stato consegnato nel corso del Convegno Numismatico Commerciale organizzato nel maggio 2021 a Riccione. Ci piace segnalare che, con questo convegno, è stata ripresa la consuetudine di molti numismatici di incontrarsi periodicamente di persona in diverse città; in questo modo sembra riaccendersi una luce di speranza in fondo al lungo tunnel psicologico della pandemia. Speriamo che la consegna di persona della nostra targa di stima, costituisca la ripresa duratura di questa nostra vecchia consuetudine.

Motivazione del premio per la diffusione della cultura numismatica al Circolo Numismatico Romano Laziale (CNRL)

L’Accademia Italiana di Studi Numismatici (AISN) ha deciso di riprendere dopo diversi anni la consuetudine, ideata e iniziata sotto la presidenza Traina, di conferire un riconoscimento a soggetti che svolgano una significativa attività a favore della diffusione della cultura numismatica.

Abbiamo scelto di assegnarlo al Circolo Numismatico Romano Laziale nel corso del Convegno commerciale svolto a Riccione nel maggio 2021, il CNRL fu fondato a Nepi solo cinque anni fa, ma è già riuscito a riunire un centinaio di numismatici che provengono da un ampio territorio. Essi s’incontrano frequentemente per svolgere visite culturali di gruppo che ora, a causa dell’epidemia di Covid, sono state trasformate in riunioni e conferenze on line.

Il Circolo Numismatico Romano Laziale è riuscito a trasformare la comune passione per la numismatica in un’attività culturale in grado di stimolare la produzione di studi e ricerche che si concretizzano nei volumi annuali dei “Quaderni di Numismatica”.

Mi sia consentito di ricordare con particolare stima ed affetto l’anima di questa associazione, rappresentata dalla figura del suo attuale presidente, Patrizia Di Monte, che del Circolo Numismatico Romano Laziale è il cuore pulsante.

 

Il Presidente dell’Accademia Italiana di Studi Numismatici

Michele Chimienti